5 pensieri riguardo “Immagini a parole: Bounty killers

  • 12 aprile 2012 in 9:47 pm
    Permalink

    Molto bella l’immagine che hai messo su nel banner….
    ricorda quasi una scena di “resurrezione”…

    Risposta
  • 13 aprile 2012 in 12:33 pm
    Permalink

    Oddio, io ci ho messo un paio di mesi a non ridacchiare di fronte ai budini marca “Mona” al supermercato in Olanda.
    Dalle mie parti originarie “mona” é il “nome della cosa” femminile, oltre che un modo per dare a uno dello stupido, come “l’é mona”, ovvero “é stupido”, oppure di mandare qualcuno a quel paese “va in mona!”….o “non fare monate”, ci sarebbe da fare uno studio antropologico 😉

    Poi ci sarebbe l’aeroporto di Zurigo, che si chiama “Kloten”…

    Risposta
      • 13 aprile 2012 in 6:23 pm
        Permalink

        “Aeroporto internazionale Zurigo-Kloten”, quando l’ho letto la prima l’ho dovuto rileggere un paio di volte per crederci 😉
        Poi ci credo che lo volevano ribattezzare “Unique” …

        PS: stendiamo un pietoso velo su quanto ha riso mia madre quando ha scoperto che “kaas” suona esattamente come la pronuncia dialettale modenese (la sua) di, beh, te lo lascio indovinare. Imbarazzante da spiegare alla mia dolce metá, che tentava innocentemente di insegnarle qualche parola di olandese e non capiva perché lei si divertisse cosí tanto a parlare di formaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: