L’ asta ittica e la lezione di cucina

DSCF1714

Sabato mattina mi alzerò all’ alba per andare qui

DSCF1733

A comprarmi questoDSCF1739

farmelo pulire da questo signore e i suoi colleghi (” Signora, mi fa guardare come sfiletta le sogliole, magari imparo per rifarlo a casa”. “Si, ma io l’ ho fatto per trent’ anni in fabbrica, non si faccia impressionare da me”.)DSCF1767

Perché questo posto non è nato per venderti del pesce, che in realtà già è venduto ai migliori ristoranti di Parigi, ma per insegnare una cultura del preparare e cucinare e mangiare pesce, quello vero con gli occhi e le squame, non dei filettini anonimi in pescheria coperti da una marinata del barattolo. E io che ci sono cresciuta in un paese di pescatori e dietro un quartiere di pescatori e con zia Maria ci scambiavamo cassette di pesce contro polli arrosto e cornetti appena sfornati sopra la rete che divideva i nostri giardini sul retro. E quindi mi sono sentita per la prima volta a casa in Olanda chiacchierando con questa gente di paesi di pescatori del mare del nord.DSCF1838

E poi verso le 11.30 mi porto tutto questo nella showroom di Arclinea per la nostra lezione di pesce. E poi pranzeremo. E ci berremo sopra il Pinot Grigio di Ongaresca. Se vi interessa, fatemi uno squillo allo +31-20-419 7484. (Quella nella foto è la catalana di gamberoni della lezione dello scorso anno).

12 pensieri riguardo “L’ asta ittica e la lezione di cucina

  • 21 giugno 2013 in 10:56 am
    Permalink

    profuma di mare questo post, e di gatti che girano intorno alle reti dei pescatori e l’immagine finale mi fa fare la bavetta 🙂

    Risposta
  • 21 giugno 2013 in 5:44 pm
    Permalink

    azzzz ,mi hai fatto venir fame mi tocca andare a casa. anche se io stasera ho le barrette di merluzzo impanate…sempre pesce è, no?

    Risposta
  • 27 giugno 2013 in 11:45 am
    Permalink

    io questo weekend sono ad amsterdam. ma sono ospite e non so se ai miei ospiti va di mangiare pesce. però mi daresti qualche info, just in case? tipo luogo/costo/ora/lingua? del corso da arclinea intendo, non del mercato. grazie!!!

    Risposta
    • 28 giugno 2013 in 10:06 am
      Permalink

      Peccato, comunque se vi va di uscire e mangiare in un posto molto diverso dai soliti con un cuoco triestino che fa cose favolose (e magari ha ancora il parfait di basilico e zucchina) vedi als sito Mediamatic cosa succede nel loro ristorante Favelous.

      Risposta
  • 2 luglio 2013 in 10:22 pm
    Permalink

    ciao… mi sono trasferita da poco ad Amsterdam.. dove posso comperare del pesce fresco? da albert hein hanno solo il pangasio. grazie

    Risposta
    • 2 luglio 2013 in 11:56 pm
      Permalink

      Federica, al mercato, Akbert Cuyp a me piacciono tutte le bancarelle, una mia amica giura che lei si trova bene al Dappermarkt e poi in giro ci sono anche i pescivendoli. Strano avessero solo il pangasio per`ø.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: