IMG_7644

Tempo infame novembrino, una primavera che si è vista poco, un’ estate che si è persa per strada, anche se è una valle di lacrime miste a pioggia, qui ad Amsterdam per le bici non ci facciamo mancare proprio niente. Quella che vedete sopra è un esempio di bici floreale. Qualche anno fa, improvvisamente si sono cominicate a vedere per strada delle gran corbeille con una bici attaccata dietro. 

E siccome agli olandesi tutto gli puoi dire, tranne che non siano venditori, le catene tipo HEMA, Blokker e simili, al reparto accessori bici e/o fiori finti, hanno iniziato a proporre grandi ghirlande da cestino.

IMG_7647 Intanto a casa nostra, noi che aspettavamo da gennaio e da marzo che arrivasse il bel tempo per fare una certa festa di compleanno a certi individui da me partoriti, ci abbiamo rinunciato e siamo passati ad altro. Il vantaggio, ovviamente, è quello di avere come torta la vera torta dif ragole di famiglia, quella che io e mio fratello, che siamo di maggio e di giugno, ci siamo goduti per tutta la nostra infanzia. Solo che avendo meno tempo di mia madre, ho semplificato la farcitura: al posto di crema gialla e gelatina, direttamente mascarpone montato con zucchero a velo e acqua di fiori di arancio per ammorbidirne la consistenza. È scomparsa, cosa che non si può dire delle torte ricoperte di marzapane. La settimana prossima, si replica, il pan di spagna attende paziente in freezer.

One comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.