Shaken, not stirred: Trump, Zwarte Piet e la paura del mondo ribaltato

linker-zijkant-gouden-koets

Shaken, not stirred, sono i post che mi escono di pancia, quando troppe cose mi si agitano in testa e cercano una loro collocazione. Poi di solito la trovano. Basta scriversela di dosso.

Il passato coloniale dei Paesi Bassi è sempre un argomento un po’ controverso, e l’elefante nella sua stanza è la questione della schiavitù. Come molte cose nella vita, se non ci passi, o non hai amici che ci sono passati, in un primo momento fai fatica a capire. E cosa c’entra tutto questo con Trump e ancora di più, che c’entra trump con Zwarte Piet (e chi è ZP?). Mettiamoci comodi che vi mixo un drink. Continue reading

Shaken, not stirred: alla faccia del giorno della memoria

fabiolaShaken, not stirred, sono i post che mi escono di pancia, quando troppe cose mi si agitano in testa e cercano una loro collocazione. Poi di solito la trovano. 

Io mi sarei tanto voluta fare i fatti miei, tanto sul giorno della memoria e quello che significa a livello personale per noi, ho già donato nel 2008. Avevo in programma, per esempio, un post al glucosio su Ennietto che ieri ha compiuto 11 anni e ancora non so come ci sia arrivato. Ma niente, mi ci tirano dentro per i capelli. E pure oggi mi tocca a incazzarmi Continue reading