La conferenza stampa del governo ha esposto quello che il primo ministro Rutte ha definito un ruolino di marcia, ovvero un percorso indicativo su dove vorremmo arrivare, ma che rimarrà, come è stato finora, soggetto alla situazione corrente della diffusione del virus, delle risposte possibili e della pressione da alleggerire sulla sanità. La fonte di queste informazioni è qui.

In ogni caso tutte quanto indicato in questo ruolino è soggetto a una valutazione continua delle circostanze che permettono di allentare il lock-down.

La valutazione si basa su due punti fondamentali: gli effetti sulla sanità e gli effetti sul numero di persone che stanno in giro. Il virus, in breve, deve rimanere contenuto. E per i prossimi mesi è fortemente consigliabile continuare a lavorare da casa chi può, e chi non può di ampliare le ore in cui si lavora in modo da evitare al massimo l’effetto delle ore di punta sui mezzi pubblici e il sovraffollamento. Mantenere le distanze rimane fondamentale.

Questi i punti principali:

Dall’11 maggio si potrà

  • ripartire con le professioni di contatto come parrucchieri, massaggiatori e onicotecnici (manicure)
  • solo su appuntamento e se i clienti dimostrano di non avere sintomi Covid-19, la mascherina non è obbligatoria ma meglio portarsela per esempio per i tagli vicino alle orecchie o comunque quando ci si deve avvicinare di più
  • i clienti tra loro devono stare ad almeno 1,5 m.di distanza quindi in un salone, per esempio, non tutte le sedie potrebbero essere usate
  • gli sport senza contatto,come tennis e golf, possono ricominciare, ma niente gare
  • le scuole elementari riaprono a classi dimezzate e part-time
  • riaprono le biblioteche

Dal 1 giugno si potrà

  • riaprono i locali con tavoli all’aperto, tavolinetti singoli e distanza a 1,5 m.
  • I mezzi pubblici riprendono l’orario normale e a bordo sarà obbligatorio portare la mascherina
  • riaprono le scuole superiori dal 2 giugno perché il 1 è Pentecoste ed è vacanza. Il premier invita fortemente gli scolari ad andare a scuola in bicicletta almeno fino a distanze di 8 km. e anche con la pioggia, evitando i mezzi pubblici. Siete giovani e vi fa solo bene
  • anche ristoranti, teatri e cinema possono di nuovo accogliere pubblico e clienti, massimo 30 persone alla volta personale compreso e solo su prenotazione
  • musei e monumenti possono riaprire solo con prevendita online di biglietto e distanza a 1,5m.
  • chiunque presenti sintomi dal 1 giugno deve fare il test e se risulta positivo va in quarantena insieme ai suoi conviventi per 14 giorni

Dal 1 luglio

  • Riaprono completamente parchi vacanze e camping comprese docce e toilette comuni
  • dal 1 luglio ristoranti, cinema e teatri possono ampliare il pubblico a max. 100 persone personale compreso
  • rimane l’obbligo di prenotazione e la distanza sociale
  • anche chiese, sale congressi, sale funerali possono ospitare di nuovo riunioni, sempre per massimo 100 persone
  • inoltre sono autorizzati matrimoni con al massimo 100 ospiti

Dal 1 settembre

  • riaprono casinò, sex-club e saune e chi lavora nel sesso può riprendere ad esercitare
  • riaprono le palestre e sono di nuovo autorizzati gli sport da contatto
  • con particolari condizioni si possono di nuovo tenere gare e partite (di calcio, ma senza pubblico) ed eventi
  • per le palestre, a seconda del settore e delle condizioni, si può eventualmente pensare a riaprire anche prima

Per quanto riguarda i grandi eventi, come i festival per esempio, il gabinetto deve ancora decidere se siano possibili dal 1 settembre, ma comunque la decisione verrà comunicata prima di questa data.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.