17 pensieri riguardo “Stress da scelta

  • 2 Ottobre 2012 in 11:23 am
    Permalink

    le recensioni su amazon,ciao.it (et simili internazionali) come sono?
    signora mia lei si perde il meglio del web 2.0!

    Risposta
    • 2 Ottobre 2012 in 11:08 pm
      Permalink

      hai ragione, non ci penso mai (è che io questa gente non la conosco, che ne so se cucinano secondo i miei principi?) Sembri quasi mio marito.

      Risposta
      • 3 Ottobre 2012 in 8:57 am
        Permalink

        vabbé ma loro ti devono dire se la macchina è buona,se la qualità dei materiali è decente, se è costruito bene.
        i feedback a questo servono.
        poi tu a loro non li consci, ma tu ti conosci :D.

        (il fatto che sembro tuo marito lo prendo come un complimento, anche se il tono era ostile :P).

      • 3 Ottobre 2012 in 9:15 am
        Permalink

        Come posso coniugare in una stessa frase tono ostile e riferimento a mio marito? impossibile.

      • 3 Ottobre 2012 in 9:47 am
        Permalink

        Mogli, impossible is nothing! 😀

  • 2 Ottobre 2012 in 12:02 pm
    Permalink

    Mi sa che quello con il motore disassato rispetto al contenitore è più potente e si scalda/scassa meno facilmente. Infatti costa di più, mi pare. Certo che proporre un oggetto come FoodProcessor, neanche chi lo compra dovesse imbarcarsi come cuoco sull’Enterprise…

    Risposta
  • 2 Ottobre 2012 in 6:26 pm
    Permalink

    La scelta dipende dall’uso. Più è costoso più “regge” un uso frequente e intenso.

    Risposta
    • 2 Ottobre 2012 in 11:09 pm
      Permalink

      È quello che ho pensato quando anni fa ho comprato quello che mi sta defungendo. Mmmhhhh, mica l’ ho capito se è vera? Mi hanno consigliato di guardare alle lame e ai materiali con cui è fatto e paragonarlo a modelli simili delle altre marche.

      Risposta
  • 2 Ottobre 2012 in 11:54 pm
    Permalink

    Ma io faccio la corte da anni al Kitchen Aid, com’e’ che dici che lo hai eliminato quasi subito? Qui negli USA oltretutto me la cavo credo con 300 dollari…Ansiaaa.

    Risposta
    • 3 Ottobre 2012 in 8:18 am
      Permalink

      Gliel’ ho fatta pure io per anni, me ultimamente ho scocciato un blogger che conosco e guarda caso lavora nel settore e mi ha dato dritte per scegliere da Kitchen Aid, Magimix e Kenwook, visto che dove lavora lui hano il laboratorio in cui torturano quotidianamente tutte le macchinette delc reato per vedere come reagiscono e secondo lui Kenwood is the thing. Perarltro, come dicevo, mia suocera ha ancora quello di quando si è sposata con accessori fantastici. Vero, il Kitchen aisd appaga il mio lato estetico e colorato, ma credo che mi fido appunto del Ken che pare abbia lame più solide. però se tu riesci a prenderlo davvero a 300 dollari fallo di corsa, direi, specie se ti piace. Poi alla fine ognuno ha il suo stile di cottura e magari ha senso anche interrogarsi sui vari accessori. Quello che per me è abbastanza importante è grattugiare e sminuzzare e in quello il mio attuale, prima che cedesse il motore, è stato una delusione enorme, quindi io mi sono informata sullo specifico su questo aspetto qui.

      Risposta
      • 3 Ottobre 2012 in 3:05 pm
        Permalink

        Grazie! In effetti il Kitchen Aid e’ soprattutto esteticamente bello, mo ci penso e vedo un po’ che fare a seconda anche di eventuali traslochi in vista….

    • 4 Ottobre 2012 in 9:06 am
      Permalink

      Si, lo voglio, di corsa, così vedo come va e decido. Me lo porti e ti stai per un paio di weekend o preferisci che me lo venga a prendere io?

      Risposta
      • 4 Ottobre 2012 in 1:01 pm
        Permalink

        mi informo da un corriere e un giorno quando tornerò ad Amsterdam vengo a scroccare caffè, se invece passi tu è perfetto. io intanto al corriere chiedo.

      • 4 Ottobre 2012 in 1:38 pm
        Permalink

        dimmelo che te lo rimborso, oppure se ti informi vedi se si può pagare alla consegna o viceversa

  • 5 Ottobre 2012 in 7:57 am
    Permalink

    ciao Barbara, io il food processor Kenwood ce l’ho e mi trovo bene. È vero ciò che scrive Pentapata, ma a lei serviva per preparare pappe da bambino e in effetti è sovradimensionato per questo. Poi so che l’ultimate per chi ama stare in cucina è il Kitchen Aid (o il suo omologo Kenwood), che però è soprattutto impastatrice. Anche il food processor impasta (anche se il motore non può andare per 10 minuti di fila, è ovvio), quindi devono essere cose rapide e non paste da pane, pizza ecc. . Per taglio verdure è ottimo, la panna montata e gli albumi montati li fa, grattugia, c’è anche il bicchiere del frullatore in vetro (che io ho rotto e ho ripreso in plastica), apprezzo pure che abbia un contenitore per tutti gli attrezzini, trita bene ma non pensare di fare 4 foglie di prezzemolo perché se le perde sulle pareti. A parer mio è promosso, ma ci vuole anche il frullatore a immersione!
    saluti,
    Paola

    Risposta
    • 5 Ottobre 2012 in 8:38 am
      Permalink

      Grazie Paola, è quello che pensavo anch’ io in effetti. E va benissimo per quello che mi serve.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: