Trasferirsi ad Amsterdam, come posso aiutarvi?

foto di Fausto Rapinesi
foto di Fausto Rapinesi

Ogni tanto è giusto ricordare alcuni punti fondamentali, soprattutto in periodi come questo in cui la gente che scrive per informazioni sembra accumularsi a livelli stratosferici. Questo problema so che è comune a chiunque abbia l’insana idea di scrivere qualcosa su Amsterdam: improvvisamente diventi un misto tra la mamma, lo zio d’America, Sinterklaas e un trouble-shooter. Solo che non hai mai chiesto di farlo. Ricapitoliamo allora per semplicità cosa posso fare per aiutarvi. Ma cominciamo anche da cosa non posso fare. Segue lista di link miei e altrui con informazioni varie.

Cosa posso fare per chi viene ad Amsterdam

Agenzia di lingue e gestione eventi

Io fondamentalmente ho un’agenzia di lingue e gestione eventi, Madrelingua, dal 1998. I servizi a pagamento che offre sono, tra gli altri: servizi di interpretariato inglese e olandese da e verso le principali lingue europee. Traduzioni. Supporto logistico e organizzativo per fiere ed eventi. Procura hostess e guide turistiche, ma incidentalmente e solo per gli amici e i clienti esistenti, per cui sul sito neanche lo cito.  Offro un servizio di consulenza iniziale per chi vuole aprire una ditta ad Amsterdam.

Sono un’agenzia atipica. Il mio sito non è tradotto e in genere i clienti mi arrivano tramite qualcuno che mi conosce. Trovo che come garanzia reciproca funzioni meglio di qualsiasi altra cosa, almeno per me. Perché non essendo una multinazionale non ho un centralino, non ho un help-desk, non ho un ufficio legale. E siccome non li ho mi devo organizzare alla fonte per evitare i clienti che mi renderebbero necessario gestirli. Non è arroganza, è consapevolezza di quello che posso offrire e dei miei limiti. Però quando offro un servizio do il meglio di me, e il mio meglio è tanta roba.

Comunicatore

Qual è la cosa che mi viene meglio? Conoscere gente, raccontarle cose, farli incontrare. Non per niente da 20 anni mio marito mi chiama Miss Network, mentre per il mio maestro sono L’Impresario. Ho tenuto delle lezioni di interculturalità per imprenditori per il Ministero degli affari esteri olandese, corsi per i manager delle multinazionali che devono stabilirsi in Olanda per aiutarli con un atterraggio morbido,  faccio presentazioni di prodotti, progetti e servizi conto terzi, gestisco attività di comunicazione e cosette del genere. Se è quello che vi serve, posso farlo anche per voi. Diciamo che parlare in pubblico e commuovere ed entusiasmare le folle mi viene piuttosto bene.

Privatamente

In proprio, come Barbara Summa cioè, per diversi anni ho aiutato a promuovere la lingua e la cultura italiane grazie alla Fondazione Culturale Quelli di Astaroth che ho contribuito a fondare. Da un paio di anni sono stata costretta a prendermi un sabbatico, visto che le giornate hanno solo 24 ore e le mie energie stanno calando. Faccio da sempre chili di volontariato, volente o nolente, ma sono fatti miei privati.

Sommelier

Come sommelier e interprete dei corsi per sommelier AIS nei Paesi Bassi collaboro a tutta una serie di fiere ed eventi professionali e di pubblico, e già che c’ero mi sono inventata il mio, Da Gustare, per la comunicazione e la promozione delle eccellenze italiane. Siccome anche questo è un work of love e ancora non ho ideato completamente una formula per guadagnarci, si fa quando si può e quando si creano le sinergie con altri pazzi che come me ci credono, e non essendoci i soldi ci sono almeno le energie e l’ entusiasmo.

Genitore

Come genitore oltre a svariati chili di volontariato, negli anni, per aiutare a migliorare il nido prima e le scuole dei miei figli dopo, penso di avere uno sguardo privilegiato ed informato su come funziona il sistema scolastico olandese. Essendo anche un’interprete questo sguardo privilegiato a volte si estende a situazioni di altri, per cui negli anni ho frequentato anche una serie di istituzioni psicopedagogiche e quattro cose su diagnosi, test e sostegno le ho imparate.

Inoltre collaboro in maniera stabile come autrice con Genitoricrescono, un blog di persone motivate e in gamba che vogliono imparare insieme il mestiere più bello e complesso del mondo: quello di crescere i nostri figli al meglio che possiamo.

Disponibilità di tempo

Se avete letto sopra un’idea delle mie competenze ve la siete fatta. Se pensate che possano esservi utili, considerate che il mio è un one-woman show.Anche se ho fantastici colleghi con cui collaboro da anni e quindi sono sempre pronta a gestire eventi complessi che richiedono diverse professionalità, sempre una sola sono, e sempre 24 ore al giorno ho a disposizione (e se mi leggete da qualche anno sapete anche che il mutuo come topos letterario è una costante nei miei pensieri). Faccio quello a cui arrivo. Lo faccio al meglio. Non faccio tutto, non lo faccio per chiunque, non lo faccio sempre. Il mio meglio è quando posso lavorare con persone con cui ci sono stima e fiducia reciproci.

Informazioni

Mammamsterdam senza volerlo in maniera programmata è diventato un punto di riferimento per tante cose relative agli aspetti pratici di visitare e vivere ad Amsterdam. Ci sono finite dentro ore del mio lavoro, notti insonni, le mie competenze, ricerche le volte che volevo dare informazioni concrete, i figli che dicono “mamma ho fame” e io che rispondo “si un attimo fammi schiacciare Pubblica.”

Il tutto è a vostra disposizione, gratis. Fatene buon uso. Non fatemi ripetere troppo spesso le cose. Leggete un post fino in fondo prima di ricordarmi che forse manca quella cosa che vi interessava. E se ho tempo, lo so o lo posso cercare, mi va e non ho altro da fare, rischiate persino che vi dia LA RISPOSTA specifica, personalizzata, che vi svolta l’esistenza e che i soldi non potranno mai pagare. bene, mi fa piacere, mandatemi almeno una bottiglia di vino buono che è gradita. Ma non pretendete le cose che non vi posso, e sinceramente, neanche vi voglio dare. La vostra vita non è la mia e la mia mi basta e mi avanza.

Cosa non posso fare per voi

Non sono vostra madre. Non sono vostra sorella. Non sono vostra moglie. E tocca vedere se siamo magari amici. Non sono il vostro commercialista, il vostro head-hunter, il vostro human resource manager, e neanche il vostro rappresentante. Posso eseguire una serie di questi compiti a pagamento per i miei clienti se mi danno un mandato chiaro sugli obiettivi da raggiungere e i mezzi a disposizione. A quel punto posso dire “si, ce la faccio, costa tanto” o “si può fare ma tocca cambiare questo o quello” “no, non è per me”. Volendo potrei anche aggiungere “però conosco una persona che potrebbe farlo meglio di me”.

Non lavoro più gratis se non per progetti bellissimi in cui imparo qualcosa di importante che avevo voglia di imparare proprio in quel momento. Ma credetemi, raramente chi mi scrive lo fa per propormeli. I progetti bellissimi ricadono nel Serendipity Marketing, che è una cosa che ho inventato io. La spiegherò meglio un’ altra volta.

Link a vostra disposizione

Prima di venire ad Amsterdam

Vivere ad Amsterdam, come funziona?

Il codice fiscale olandese a che serve e come ottenerlo, lo leggete qui e qui

Le domande da farsi se si vuole fare l’ imprenditore nei Paesi Bassi

E se pensavate di cercare prestiti o agevolazioni, qualcosa dico qui

E se vengo ad Amsterdam, affitto o compro? Trovarla è comunque difficile, ma pensiamoci in modo ragionato

E non ci dimentichiamo della salute, che quando c’ è la salute c’è tutto

 

6 pensieri riguardo “Trasferirsi ad Amsterdam, come posso aiutarvi?

  • 3 novembre 2015 in 6:08 pm
    Permalink

    Quante cose che fai! Complimenti!
    E tranquilla:solo per il fatto di essere sul web,molti pensano di poter sfiancare le persone con domande “inutili”,visto che a volte basterebbe spulciare un pò per trovare la risposta!

    Risposta
    • 4 novembre 2015 in 7:55 am
      Permalink

      Infatti il punto è quello: leggono il titolo e invece di fare la fatica di leggersi il post fanno prima a scrivermi mezza riga a cui onestamente si può rispondere solo con un’ora di concentrazione. e magari bastava leggere il post

      Risposta
  • 26 novembre 2015 in 10:13 pm
    Permalink

    Ciao Barbara! Innanzitutto complimenti per il blog! Lo conosco da poco ma già mi piace tanto e sicuramente lo consulterò spessissimo 😉
    Ho letto che ci sarà un corso di olandese per italiani a breve, ho capito bene? Inizia a gennaio, giusto? Mi interessa veramente molto perché vorrei imparare questa lingua per avere maggior probabilità di trovare un’occupazione qui ad Amsterdam. Un saluto e grazio in anticipo per l’attenzione 🙂

    Valentina

    Risposta
    • 27 novembre 2015 in 10:22 am
      Permalink

      Ciao Velntina, grazie, ti mando per mail, le informazioni sul corso.

      Risposta
  • 18 gennaio 2016 in 9:29 pm
    Permalink

    Ciao Barbara, è da un pò che seguo il tuo blog e lo trovo davvero molto interessante ed esauriente! Ho letto anche alcuni tuoi post in cui parlavi della scuola elementare ad Amsterdam e mi chiedevo se tu conoscessi qualche sito o blog che potesse chiarirmi le idee sui requisiti richiesti per poter insegnare nella scuola primaria ad Amsterdam… il mio sogno è di poter vivere e lavorare lì, ma ho paura che una semplice laurea in scienze della formazione primaria conseguita qui in italia non sia sufficiente per esaudire il mio sogno… spero che la mia domanda non sia sgradita, in ogni caso continuerò a leggere il tuo blog per informarmi! 🙂
    un saluto e grazie in anticipo per l’attenzione!

    Risposta
    • 20 gennaio 2016 in 8:54 am
      Permalink

      Se sai l’olandese basta cercare su Google e trovi tutte le informazioni dei PABO, che sono gli istituti di scienze della formazione. Dovresti aver bisogno di una eerstegraads bevoegdheid se non sbaglio e in genere basta studiare per un anno. Se invece non sai ancora l’olandese molto bene io partirei proprio da lì.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: